Educazione troppo precoce?

Educazione precoce alla nascita o forse… troppo posticipata a due anni?

Ho sempre in mente la frase letta in un libro sulla puericultura: “inutile provare a togliere il pannolino prima dei 18 mesi perchè prima di quest’età quasi nessun bambino ha ancora acquisito la capacità di  controllare gli stimoli”. Entrambi i miei figli a 18 mesi di giorno stavano senza pannolino, la più grande a 24 mesi ha smesso anche di notte, mentre il secondo già a 20 mesi era spesso asciutto al mattino. Ho forse dei figli prodigio?? Direi di no… Però ho voluto dare la possibilità di fare i loro bisogni fuori dal pannolino e i risultati mi hanno dimostrato che non è stato affatto inutile!

Il “blocco mentale”

Sono venuta a conoscenza di questo “metodo” (parola un po’ rigida…) quando mia figlia aveva superato il suo primo anno di vita. Fino a quel momento non mi era mai passata per la testa l’idea che un neonato potesse fare in suoi bisogni in un luogo diverso dal pannolino. Quando mia figlia aveva due mesi ebbe degli episodi di stitichezza che risolsi facendole ogni tanto un piccolo clistere. Pur sapendo che entro pochi minuti si sarebbe scaricata, lasciavo che la facesse nel pannolino. Sarebbe stato sicuramente più pratico sorreggerla nuda sul water o sul lavandino e poi lavarle il sederino, piuttosto che togliere un pannolino con una cacca liquida di 2 o 3 giorni a una neonata sgambettante!

Verso i 7-8 mesi capitava invece che subito dopo mangiato, ancora seduta sul seggiolone, iniziava a spingere per scaricarsi, diventava tutta rossa per lo sforzo, ma non ce la faceva perchè era in una posizione scomoda. Così la mettevo sdraiata sul fasciatoio in bagno, le massaggiavo un po’ la pancia e raccolglievo “il risultato” nel pannolino tenuto aperto sotto di lei. Nonostante il messaggio eloquente da parte di mia figlia, anche in questo caso il pregiudizio mentale riguardo al modo in cui i neonati fanno i loro bisogni non mi ha portato a girare la testa verso il water, soluzione fuor di dubbio più comoda per entrambe.

Uno degli elementi chiave di questo tipo di approccio è la convinzione che il pannolino non è una necessità del bambino, ma una comodità dei genitori, soprattutto nella nostra cultura occidentale.

L’educazione precoce al vasino è stata teorizzata una ventina di anni fa in America da Laurie Boucke. In Italia è stato edito nel 2006 il suo libro “Senza Pannolino”.

Laurie Boucke, Senza pannolino, Come educare al vasino sin dai primi mesi di vita, AamTerra Nuova, 2006

La mia esperienza di educazione al vasino, Elimination Comunication (EC).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Pannolinofelice

Lucia Maria Monterosso
Pannolinofelice Showroom:
Viale Trento e Trieste 23/e - Cremona
P.I. 01550920191
Web Editor: Lucia Monterosso

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: