Considerazioni sul metodo

Non ho vissuto la mia esperienza di educazione precoce al vasino come un processo di addestramento, ma come un altro modo di prendermi cura dei miei figli. Non mi sono data obiettivi temporali da raggiungere, ho semplicemente seguito il loro processo di crescita cercando di capire quando erano pronti per fare il passo successivo, così come avviene per tutti gli altri ambiti di sviluppo del bambino. Accompagnare mio figlio neonato in bagno era per me diventato normale come vestirlo, lavarlo e preparargli da mangiare. Forse si perde più tempo? E’ meno pratico? Per me non lo è stato, ma è una questione di scelte. Così come, ad esempio, c’è chi sceglie di  svezzare il proprio figlio solo con omogeneizzati e pappe pronte e chi “perde tempo” a preparargli ogni volta una pappa diversa con prodotti di stagione biologici.

Riguardo al momento in cui tradizionalmente si consiglia di togliere il pannolino ai bambini, mi è capitato di leggere che il bambino è pronto quando è capace di dire che deve fare “pipì” o “cacca”, o è capace di abbassarsi i pantaloni. Queste affermazioni mi rendono perplessa: è come dire che  il momento giusto per passare dal latte materno o dal biberon alle pappe avviene quando il bambino è in grado di mangiare da solo col cucchiaio…

Per quanto riguarda il controllo degli sfinteri ho in mente un episodio ben preciso. Mio figlio aveva circa un mese e si trovava nudo sul fasciatoio: stavo giocando con lui e intanto lo osservavo per provare a capire se dava qualche segnale prima di fare la pipì. Ad un certo punto ho risposto al telefono ed intanto che parlavo lui ha cominciato a fare la pipì: istintivamente ho detto “nooo!” a voce alta. Lui si è interrotto, probabilmente un po’ spaventato dal mio tono di voce, allora ho messo giù il telefono, l’ho messo in posizione sul lavandino e lì ha ricominciato ad urinare. Questo mi ha portato a pensare che anche prima dei 18-24 mesi c’è una forma di controllo degli sfinteri, magari involontaria, ma c’è. Probabilmente a 18-24 mesi riesce a decidere di trattenersi dal farla quando sente lo stimolo, ma fin da subito è in grado di rilassare i muscoli per scaricarsi se messo in una posizione favorevole quando ha la vescica piena.

Come si individua il momento giusto per fargli fare la pipì? E’ una questione di comunicazione fra genitore e bambino. Ogni mamma impara a riconoscere i segnali che indicano i bisogni del proprio figlio, siano essi fame, stanchezza, disagio, ecc…Quando ha imparato cerca di prevenirli per evitare una situazione di difficoltà. Ad esempio una mamma che “sa” quando suo figlio di 8 mesi ha fame si organizza per preparare la sua pappa in tempo, per evitare che abbia poi troppa fame e che mangi piangendo. Così quando supponevo che mio figlio dovesse fare la pipì lo portavo in bagno.

Seguendo questo metodo non ho riscontrato le difficoltà che a volte raccontano i genitori alle prese con l’abbandono del pannolino da parte dei loro figli di due anni. Di fatto fino a due anni ai genitori va bene che il bambino faccia i suoi bisogni nel pannolino, poi ad un certo momento gli viene chiesto di farli da un’altra parte. E questo proprio nell’età dei primi capricci, dei “no”, del tentativo di affermazione della sua personalità, quando il bambino è meno propenso alle novità. Sempre facendo un paragone col cibo è come se cucinassimo fino ai due anni al bambino un unico piatto e poi gli dicessimo che quel piatto non va più bene e che è ora di cominciare a mangiare anche altre cose. Credo che proporre cibi diversi fin dall’inizio dello svezzamento porti in maniera naturale il bambino a mangiare un po’ di tutto. Allo stesso modo la mia esperienza mi spinge a dire che portare i neonati sul vasino o sul water fin dai primi giorni di vita favorisce un processo graduale e naturale di apprendimento e di crescita, per quanto riguarda l’espletamento dei bisogni fisiologici, accresce l’autonomia del bambino e, da non sottovalutare, diminuisce il lavoro di cura dei genitori.

Per i dettagli sul metodo di educazione al vasino rimando al libro citato nella sezione “Educazione troppo precoce?”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Pannolinofelice

Lucia Maria Monterosso
Pannolinofelice Showroom:
Viale Trento e Trieste 23/e - Cremona
P.I. 01550920191
Web Editor: Lucia Monterosso

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: