Pannolini lavabili, abbigliamento biologico per bambini, fasce per portare neonati

Portare i bimbi in fascia: 5 motivi per scegliere una consulente

babywearing consulente cremona portare in fascia

Perchè dovremmo chiedere aiuto ad una consulente di babywearing per portare i nostri bambini con fasce e marsupi? Ho posto questo quesito a Elisa Manara, mamma e Consulente del Portare attiva a Cremona e dintorni. Se ti stai approcciando al mondo del Portare è importante sapere che c’è anche questa figura professionale a supporto dei genitori.

<< La domanda credo sia abbastanza comune… Io stessa, quando ho cominciato ad informarmi sulla realtà del babywearing durante la mia ultima gravidanza, mi sono chiesta se fosse davvero necessario affidarmi ad una professionista per riuscire ad imparare a portare in fascia il mio bambino.
In questo mondo moderno, dove tutti sanno fare tutto (“basta guardare YouTube”) e dove la professionalità è spesso bistrattata in favore del risparmio economico, anche il portare i bimbi può sembrare una pratica attuabile con il fai-da-te, senza troppe pretese.

Invece il babywearing non è semplicemente un mezzo di trasporto, come può essere il passeggino, ma è un mondo ricco di sfumature, di regole precise ed importanti, di adattamenti da cucire addosso ad ogni diade portato-portatore. Per questo esiste la Consulente del Portare: per fare in modo che questo percorso diventi una risorsa per i neogenitori, una sicurezza e un conforto per i piccoli e un punto di partenza per un vissuto soddisfacente e sereno per tutta la famiglia.

1 – La Consulente del Portare ha una formazione specifica

babywearing CremonaHo deciso di studiare come Consulente, presso la Scuola del Portare, proprio per far scoprire a quanti più genitori possibili questa arte ancora troppo sconosciuta, soprattutto nella nostra città di provincia, ma che a me, e non solo a me, ha portato tantissimi benefici… Tanto che, dopo quasi due anni, ancora porto il mio bambino, con grande gioia di entrambi!
Ma cosa fa in pratica una consulente? Una consulente innanzitutto ha una formazione specifica, basata su consolidate basi scientifiche, supportate da studi sulla fisiologia, sullo sviluppo anatomico, sulla psicologia perinatale e sull’etno-antropologia. Quindi durante gli incontri non verranno passate informazioni derivanti solo dall’esperienza personale, ma anche nozioni basilari e comprovate.

La consulente è una figura a sostegno dei genitori, che li accompagna, con strumenti comunicativi adeguati, alla scoperta e alla valorizzazione delle proprie competenze. E’ bellissimo vedere come una mamma e/o un papà passino da una sensazione di insicurezza e di tensione iniziale dovuti alla paura di non essere capaci, alla gioia liberatoria di rendersi conto che, in effetti, sono perfettamente in grado… Anzi: quasi quasi sembra di averlo sempre saputo fare. Perché se è vero che per legare correttamente in fascia ci vuole anche un po’ di pratica e di manualità, è altrettanto vero che portare addosso i bambini è scritto nel nostro DNA. Basta solo lasciar andare i pregiudizi e ritrovare quella sensazione naturale di completezza, di contatto e di ascolto che sono insiti in ognuno di noi.

2 – Portare con fasce e marsupi in modo corretto

portare in fascia con Elisa Manara

Un altro punto fondamentale delle consulenze individuali e dei corsi in gruppo è il rispetto della posizione fisiologica del neonato. Capita spesso, infatti, di vedere bimbi piccoli legati in fascia in maniera non corretta, con posture errate, a volte anche pericolose, oppure portati in supporti non ergonomici.

La consulente aiuterà il genitore a legare in fascia in maniera corretta e in sicurezza, assicurandosi che ogni passaggio venga effettuato senza rischio di far male o di far cadere il piccolo, sia durante il carico che durante lo scarico dal supporto scelto. Si potranno scoprire insieme tanti trucchetti per rendere più confortevole la legatura o la regolazione del marsupio, oppure per adattare la posizione della fascia in base alla conformazione fisica o a particolari problemi del portatore.

3 – Scegliere il supporto per portare più adatto

supporti per portare

Un altro scoglio che scoraggia spesso i genitori che vorrebbero portare i propri figli è la scelta del supporto: come districarsi tra le innumerevoli offerte in commercio e soprattutto, come essere sicuri di aver scelto uno strumento ergonomico e di qualità? Anche in questo caso con una consulente si possono valutare insieme e toccare con mano tanti supporti, scegliendo anche in base al budget, alla stagione (le fasce vengono tessute con diversi materiali), al peso del bambino e alle esigenze specifiche della diade. Non esiste infatti un percorso uguale per tutti: ogni mamma/papà e ogni bambino hanno le proprie esigenze e peculiarità, in continuo cambiamento con la crescita del piccolo.

Sentirsi supportati da una figura professionale che sappia consigliare e incoraggiare, che segua questa sorta viaggio fin dalla gravidanza (si può cominciare a portare già dal pancione) e ne comprenda ogni evoluzione, è un aiuto che va al di là del solo portare, diventando un riferimento e un sostegno importante in un periodo tenero e delicato come il puerperio e i primissimi anni di vita del proprio bambino.

4 – Consulenze individuali o di gruppo

provare una fascia con neonatoAltrettanto rilevante è la parte pratica di una consulenza: è importante (e comodo) portare i piccoli a contatto, ma è altrettanto importante farlo nella maniera corretta. Durante i corsi pratici (individuali, in coppia o in piccoli gruppi) la Consulente del Portare valuterà insieme ai genitori quale legatura o supporto sia meglio proporre, in base alla storia e alle necessità della diade. Successivamente mostrerà la legatura con l’utilizzo di una bambola didattica, che è realizzata appositamente per questo scopo, quindi con peso e struttura del tutto simile a un bambino vero.

Una volta illustrati tutti i passaggi, con l’ausilio di alcune parole chiave che ne facilitano la memorizzazione, consulente e genitore ripeteranno insieme la legatura, sempre con l’aiuto delle bambole didattiche, verificando che tutto funzioni al meglio. Appena il genitore si sentirà pronto, potrà provare con il proprio bambino, assistito passo a passo dalla consulente. Ci sarà sempre spazio per accogliere tutti i dubbi e per condividere le prime impressioni; anche a consulenza conclusa, se la mamma o il papà desiderano approfondire alcuni aspetti o se hanno delle richieste specifiche, possono contare su un supporto a distanza.

5- Superare le difficoltà per portare a lungo

legami consulenze babywearingE per chi ha già provato a portare, guardando video-tutorial oppure leggendo il libretto di istruzioni del supporto o con l’aiuto di un’amica? E’ utile una consulenza?
Ciò che si è imparato da soli, seguendo delle istruzioni “pre-confezionate” e non personalizzate, è sempre migliorabile e perfezionabile. A volte capita che un genitore si scoraggi e abbandoni il babywearing perché non riesce a maneggiare la fascia, oppure perché il marsupio sembra scomodo, o perché il bimbo pare non gradire o perché è diventato pesante, o anche perché portare gli provoca fastidio o dolore. Tutti questi problemi (e non solo questi) paiono definitivi e non risolvibili, quando invece, con il giusto sostegno, è possibile portare a lungo e con soddisfazione, superando le difficoltà, crescendo insieme.

Questa è proprio la mission di una Consulente del Portare: promuovere la continuità del legame madre-bambino, coinvolgendo anche i papà, e permettere loro di scrivere un capitolo della loro storia ricco di scambi emotivi, esperienze insieme e ricordi da conservare nel cuore.>>

Per chi fosse interessato ad approfondire il babywearing e partecipare agli incontri informativi e/o ai corsi pratici può visitare il sito Legami Babywearing e seguire Elisa sui social FacebookInstagram. Lì troverete approfondimenti, gli eventi in programma e i contatti. Guarda anche i supporti per portare proposti da Pannolinofelice.

Questi sono i primi corsi in programma presso la sala incontri dei negozi Pannolinofelice/S-peso Bene, in viale Trento e Trieste 23/e a Cremona:

  • giovedì 10 maggio ore 9.30: Corso portare il pancione + prima legatura
  • venerdì 18 maggio ore 9.30: Corso portare davanti (base)
  • giovedì 24 maggio ore 9.30: Corso portare davanti (avanzato)
  • giovedì 7 giugno ore 9.30: Corso portare sul fianco
  • giovedì 21 giugno ore 9.30: Corso portare sulla schiena (base)
  • giovedì 28 giugno ore 9.30: Corso portare il pancione + prima legatura

corsi di gruppo per portare bambini in fascia a cremona

Lucia

Mi chiamo Lucia Monterosso, vivo a Cremona e ho 3 figli. Da sempre interessata alle tematiche ambientali, al commercio equo e solidale, alla green economy, sono fondatrice di Pannolinofelice, una piccola impresa nata per diffondere l'uso dei pannolini lavabili e abbigliamento sostenibile per bambini.

ARTICOLI CORRELATI

20/09/2018    Eventi e News

Pannolini lavabili: incontro pubblico a Cremona

11/06/2018    Pannolini lavabili

Apre la Pannolinoteca di Cremona

16/03/2018    Portare i bambini

Fasce e marsupi Neko Sling

20/02/2018    Pannolini lavabili

Progetto Pannolinoteca a Cremona

Scrivi il tuo commento

Commenta l'articolo

Fiere e Mercati

• 11 novembre: Fiera del Tessile biologico ecologico (Per Filo e per Sogno), Paladina (BG), Centro Sportivo Comunale (al chiuso), via degli Alpini 1, ore 10-18

Acquista online

Visita lo Shop e ricevi i prodotti a casa tua. A Cremona la consegna è sempre gratuita e concordata.

Scopri

Seguici su instagram

Seguici su facebook

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi